Loading the content...
Navigation
Tag archives for:

restauro

Restoration:
Technician of architectural features

All’interno della formazione nel campo dei Beni Culturali, Cesma propone il corso per “Tecnico di cantiere – Restauro Beni Architettonici”, con l’intento di offrire una opportunità formativa a tutti coloro che desiderano avvicinarsi al mondo del restauro.
Il programma formativo è rivolto a diplomati e/o laureati che intendano inserirsi nel mondo del lavoro in qualità di tecnici esperti nella gestione del cantiere, nella conservazione e nel restauro di opere architettoniche, operando su materiali lapidei, dipinti murali, stucchi ed elementi plastici, decorazioni antiche, etc. con prospettive di inserimento sia nelle realtà produttive artigianali o industriali, sia intraprendendo iniziative imprenditoriali.

[/vc_column][/vc_row]
Possibilità lavorative

Al termine del corso è previsto un periodo di stage di due mesi, per un vero e proprio inserimento lavorativo in una realtà professionalmente qualificante.
Le possibilità di stage sono selezionate tra le più qualificanti, per essere esperienze significative.
Gli sbocchi professionali dopo il corso sono da intendersi principalmente presso ditte di restauro ed edilizia conservativa, laboratori e studi professionali, etc.
Le nostre statistiche effettuate su tutti gli studenti ad un anno dalla fine del corso ci indicano che l’80% degli allievi lavora con mansioni coerenti al corso seguito.

Che cosa imparerai?

Pianificazione dell’intervento di Restauro
Pianificazione e logistica del cantiere di Restauro: per imparare a conoscere l’ambiente di lavoro e gestire le fasi operative.
Strumenti di rilievo e tecniche di restituzione grafica: per imparare a eseguire i rilievi e le mappature del degrado preliminari alla realizzazione dell’intervento di restauro.
Documentazione di cantiere e contabilità: per imparare ad effettuare preventivi, documentare l’intervento di restauro e tenere aggiornata la documentazione tecnica.
Storia dell’arte e dell’architettura: individuare il contesto di riferimento del bene oggetto di restauro.

Realizzazione e monitoraggio dell’intervento di Restauro
Tecnologia dei materiali e delle costruzioni:  studio delle tecniche tradizionali di realizzazione delle opere architettoniche, chimica di base e chimica applicata ai beni culturali.
Tecniche di restauro conservativo: esercitazioni restauro conservativo su materiale lapideo, dipinti murali, stucchi, dorature, ecc.
Monitoraggio e verifica dell’intervento: dall’analisi dello stato di conservazione alla verifica finale dell’intervento.

Normativa di settore:
Teoria ed etica del restauro: Principi e tecniche che regolano l’intervento del restauratore.
Legislazione dei beni culturali: per imparare a muoversi nel mondo della tutela del patrimonio artistico-culturale.
Sicurezza: la normativa di cantiere e la sua applicazione ed il primo soccorso.

Competenze comuni:
Tecnologie Informatiche: breve modulo di aggiornamento sull’uso del PC.
Sostenibilità ambientale: per operare nel rispetto dell’ambiente.

Molte ore saranno dedicate ad esercitazioni pratiche in laboratorio/cantiere

Dettagli
  • Durata del corso: 1200 ore (annuale), novembre 2019– luglio 2020
  • Stage: 360 ore in una realtà professionalmente qualificante
  • Orario: diurno
  • Sede del corso: via Ivrea 100 (ex Manifattura), 10082 Cuorgnè (TO), Italia
  • Al termine del corso viene rilasciato attestato di specializzazione
  • Corso gratuito
    (ad eccezione dell’imposta di bollo di € 16,00 ai sensi del DPR 642/1972 e s.m.i.)

Requisiti di accesso

  • Destinatari: Giovani ed adulti non occupati
  • Titolo di studio: Diploma di Scuola Secondaria II grado o titoli superiori (in caso di titolo conseguito all’estero è necessaria la “dichiarazione di equipollenza”)
  • Ammissione: a seguito di colloquio di orientamento e questionario di cultura generale
  • I corsi sono indistintamente rivolti a uomini e donne
Back to top